Tumore Mammella
Tumore Ovaie
OncoGinecologia
Xagena Mappa

Il Naltrexone riduce l’iperinsulinemia nelle donne in postmenopausa


Il Naltrexone ( Antaxone ) è un antagonista degli oppiacei.

Ricercatori del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma hanno esaminato l’effetto del Naltrexone sul metabolismo dell’Insulina nelle donne in postmenopausa.

Hanno preso parte allo studio 41 donne in post-menopausa iperinsulinemiche o normoinsulinemiche.

Prima e dopo 5 settimane di trattamento con Naltrexone 50 mg/die per os, o con placebo, è stato eseguito il test orale di tolleranza al glucosio.

Il Naltrexone ha ridotto la risposta insulinica a digiuno e la risposta stimolata da carico di glucosio, mentre ha indotto un significativo aumento dell’estrazione epatica solo nei pazienti iperinsulinemici.

Gli Autori ritengono che , così come è stato riportato nelle donne in menopausa, i peptidi oppiodi endogeni siano coinvolti nella modulazione del metabolismo glucoinsulinemico in postmenopausa.

La somministrazione cronica di Naltrexone appare ridurre l’iperinsulinemia nelle donne con un’esagerata risposta insulinica al test orale di tolleranza al glucosio.

Il Naltrexone non provoca miglioramenti della resistenza all’insulina o della funzionalità delle cellule beta pancreatiche.( Xagena2004 )


Cucinelli F et al, Fertil Stenil 2004; 81: 1047 – 1054


Gyne2004 Endo2004


Indietro