OncoGinecologia
Tumore Ovaie
Tumore Mammella
Xagena Mappa

La terapia ormonale sostitutiva in postmenopausa peggiora l’incontinenza urinaria


Lo studio in cieco, randomizzato, The Heart and Estrogen/Progestin Replacemnet Study ha valutato l’effetto della terapia ormonale sostitutiva in 2763 donne in menopausa di età inferiore ad 80 anni, affette da malattia coronarica.

Tra i partecipanti allo studio 1525 donne presentavano anche incontinenza di diversa gravità.

Queste donne sono state assegnate in modo random a ricevere placebo ( 757 donne ) o 0,625 mg di Estrogeni equini coniugati e 215 mg di Medrossiprogesterone ( 768 donne ).

Il periodo di osservazione è stato di 4,1 anni. L’efficacia della terapia ormonale è stata stabilita per convenzione: il miglioramento consisteva nella riduzione di almeno 2 episodi di incontinenza alla settimana, per inefficacia un aumento o una riduzione di un episodio alla settimana, mentre il peggioramento era un aumento di almeno 2 episodi alla settimana.

L’incontinenza è risultata migliorata nel 26% delle donne assegnate al placebo rispetto al 21% delle donne sottoposte a terapia ormonale sostitutiva. Il 27% del gruppo placebo ha avuto un peggioramento contro il 39% delle trattate ( P=0,001 ).

Gli Autori non raccomandano la terapia ormonale sostitutiva per il trattamento dell’incontinenza. ( Xagena 2001 )

Grady D et al, Obstet Gynecol 2001; 97: 116-120


Indietro